Livelli di concentrazione di ozono nell'aria (D.Lgs 155/2010)

Pubblicato il 16 giugno 2022 • Ambiente

Con l'approssimarsi della stagione estica torna d'attualità il problema dell'inquinamento atmosferico da ozono.

Si tratta pertanto, di un inquinante stagionale caratteristico delle stagioni tardo-primaverile ed estiva, delle ore più calde ed assolate della giornata ed, inoltre, tale fenomeno si rende manifesto sopprattutto nella pianura padana.

Gli effetti provocati dall'ozono vanno dall'irritazione alla gola ed alle vie respiratorie, al brciore agli occhi; concentrazioni più elevate dell'inquinante possono comportare alterazioni delle funzioni respiratorie ed aumento nella frequenza degli attacchi asmatici, sopprattutto nei soggetti sensibili. L'ozono è responsabile anche dei danni alla vegetazione ed ai raccolti.

Tre sono pertanto, i gruppi particolarmente sensibili all'ozono:

  1. Bambini
  2. Adulti
  3. Persone con malattie respiratorie (asma, broncopneumopatie croniche)

 

Di seguito in allegato le indicazioni complete.

Livelli di concentrazione di ozono nell'aria
Allegato formato pdf
Scarica